banner Sri Lanka
home about me viaggi sport foto email
SRI LANKA - Diario di viaggio 1 - 2
Sri Lanka map
View Larger Map

Fuso orario rispetto a Greenwich:

+ 5,30 ore -1 ora se c'è l'ora legale in Italia

India IndiaSri Lanka Sri Lanka

Lo Sri Lanka, il cui nome ufficiale è Repubblica Democratica Socialista dello Sri Lanka (ශ්රී ලංකා in singalese / இலங்கை in tamil), conosciuta anche come Ceylon (nome ufficiale fino al 1972), è uno stato insulare che si trova in Asia, e occupa l'omonima isola al largo della costa sud-orientale del subcontinente indiano. Per la sua forma particolare e la sua vicinanza alla costa indiana è stata soprannominata lacrima dell'India. La sua capitale amministrativa è Sri Jayewardanapura Kotte, situata 8 km a est dell'ex capitale Colombo, che resta la città più grande ed economicamente importante del paese. Le lingue ufficiali sono il singalese e il tamil, definite anche lingue nazionali, a cui si aggiunge l'inglese come lingua di collegamento.

srilankan Airlines SPOSTAMENTI INTERNI:

-BUS locali: sono molto economici ma guidano come pazzi!
-autista con macchina
-TRENO

Flight

Departure

Arrival

 

Equipment

Class

Rome (FCO)  to  Colombo (CMB)  | Sat, 29-Dec-12 

UL582

Fiumicino Airport (FCO)
15:45

Sat, 29-Dec-12

Bandaranayake Airport (CMB)
05:50 

Sun, 30-Dec-12

Airbus A330-200

Economy

Colombo (CMB)  to  Rome (FCO)  | Tue, 15-Jan-13 

UL581

Bandaranayake Airport (CMB)
01:15 

Tue, 15-Jan-13

Fiumicino Airport (FCO)
07:15 

Tue, 15-Jan-13

Airbus A330-200

Economy

TOUR:


indice

Viaggio dal 29 dicembre 2012 al 15 gennaio 2013 - SRI LANKA

sabato 29 dicembre - viaggio

Durante un freddo inverno italiano, perchè non partire per un caldo posto orientale?

Un altro viaggio era già presente nei miei pensieri ormai da qualche mese, per ricaricarmi come sempre. Ed eccomi qui con questa nuova meta lo "Sri Lanka", detto anche "Lacrima d'Oriente".

Finalmente questa volta si parte con un volo diretto, Roma-Colombo con la compagnia aerea "SriLankan Airline", un volo di circa 10 ore.

Siamo io e Giorgio e insieme faremo il nostro secondo viaggio.

Le previsioni del tempo non sono buone, piove ininterrottamente da settimane e nel centro nord dello SriLanka non sono mancate alluvioni e smottamenti, facendo evacuare molta gente che sicuramente viveva in condizioni disagiate.

Con un pò di preoccupazione partiamo per la nuova avventura...

domenica 30 dicembre: Negombo 2012

Roma-SriLanla_airplane

Siamo a Negombo, situato a nord di Colombo e poco distante dall'aeroporto. Passiamo le prime ore della mattinata al mare, ma senza farci il bagno. Il mare non sembra così pulito, è mosso e le onde non sono surfabili, formando un "close-out" quasi a riva. Storditi dal jet-leg e per aver dormito poco durante il viaggio, ci andiamo a riposare poco dopo l'ora del pranzo.

Negombo non è un granchè, ma la guesthouse "La grande Holiday Resort" è discreta e pulita, con una buona ospitalità e si trova a due passi dal mare.

Il pomeriggio prosegue con un giro perlustrativo lungo mare fino a quando è cominciato a piovere rifugiandoci in una spa per fare un rilassante massaggio Ayurveda. La sera dopo aver cenato in un localino siamo tornati a piedi, fermandoci lungo la strada a una festa di matrimonio... erano tutti ubriachi e ci hanno invitato a ballare. Dieci minuti e siamo scappati! :D

 

lunedì 31 dicembre  

La giornata è molto nuvolosa, ma il cielo non è nero come ieri sera.

Oggi faremo un giro in bicicletta fino alla parte sud di Negombo. Le bici affittate sono due catorci! Alla mia si è bloccata la ruota posteriore, e a quella di Gio si è staccato il pedale. E meno male che le abbiamo prenotate da ieri!

Dopo averle cambiate entrambe a metà strada, siamo arrivati fino al "Fish market". Mai visto tanto pesce fresco in vendita diretta dal mare al mercato! I pescatori sulla spiaggia facevano asciugare le reti ed essiccare calamari e altri tipi di pesce.

Nel pomeriggio siamo arrivati, sempre in bicicletta nel centro caotico di Negombo, tra macchine e smog. Veramente brutto! Siamo però riusciti a vedere un tempio buddista e due chiese cristiane. Qui musulmani, cristiani, induisti, convivono tranquillamente sullo stesso territorio.

Abbiamo conosciuto due ragazzi nati in Sri Lanka che vivono a Vicenza e chiacchierando con loro al mercato è andata a finire che abbiamo trascorso la fine dell'anno insieme, mangiando a cena in un ristorante lungomare. A loro si sono uniti la moglie di uno dei due, la figlia e il cognato.

La serata è stata tranquilla e dopo cena, solo noi due, abbiamo fatto un giro lungomare, fino a un grande albergo che aveva tavoli apparecchiati per il cenone in spiaggia. Al tavolo dei cocktail alcolici abbiamo proseguito la serata, conoscendo un simpatico ragazzo texano, Devin, che domani si aggregherà con noi in macchina fino ad Anuradhapura.

Siamo tornati a piedi per un tratto e poi con un tuc tuc fino alla guest house.

Happy New Year 2013!

 

martedì 1 gennaio - Aukana-Minthale 2013

Aukana Raja Maha Viharaya

Stamattina ci siamo incontrati con il nostro autista, che è passato a prenderci alle 7:00, chiedendogli subito se poteva venire con noi il texano, che è stato puntuale a presentarsi insieme all'autista. No problem! Devin condividerà parte delle spese di viaggio con noi. Qui gli autisti costano un bel pò, ma siamo riusciti a trattare su internet un pò il prezzo. Per la sola giornata di oggi pagheremo 60$.

Faremo il giro da Nord verso sud per poi risalire e tornare a Colombo.

Il viaggio è durato 6 ore! Ma ci siamo fermati per vedere il tempio di "Aukana Raja Maha Viharaya", dove c'è un grande Budda in piedi scavato nella montagna. Il costo un pò caro per quello che offre, 750LKR a testa (4,50€).

Arrivati ad Anuradhapura finalmente, siamo andati alla guesthouse prenotata via internet "Nadeeja".

Le stanze erano un pò ammuffite e la prima che ci hanno dato sapeva di naftalina. Nell'insieme il posto è decente.

Lasciati i bagagli, siamo andati a mangiare in uno dei pochissimi locali per turisti che sono sul posto, una specie di ristorante cinese enorme. Ancora riso e noodles, sempre allo stesso modo. Già mi sono stufata eppure io adoro mangiare queste cose! Mi sembra che qui non si mangi poi così bene. Il posto non offre niente, solo traffico, smog, e negozietti brutti che vendono tutti le stesse cose.

Dopo pranzo abbiamo ripreso la macchina per andare a vedere il sito archeologico di Minthale (12km distante, 30 minuti per arrivare), lasciandoci sul posto per rivederci poi tra 4 gg a Polonnaruwa.


il sito di Minthale è molto caarino e raccolto e ci sono diverse cose interessanti e piacevoli da vedere. Costo di entrata 500LKR a persona, ma abbiamo preso anche una guida locale molto simpatica e preparatissima per altre 900LKR da dividire.

siamo stati fino al tramontare del sole... un pò tardi per tornare alle 18:30 non c'erano più tuc tuc, così siamo dovuti scendere per delle scalinate fino alla base della collina per cercare altri tuc tuc.

There was the last one! :)

675LKR trattando dalle 1200 iniziali per fare 12 km meta Anuradhapura.

Per cena trovare un posto per mangiare è stata un'impresa e alla fine non abbiamo cenato!

La sera il posto è veramente desolato! :(

 

mercoledì 2 gennaio - Anuradhapura  

Affittiamo le biciclette e partiamo in 3 per visitare la città antica di Anuradhapura.

Ci sono diverse entrate e con la bici non capiamo subito dove si entra con le biciclette. Riusciamo a visitare la prima parte del sito, lasciando però le bici all'esterno, visitiamo l'albero più antico del mondo, che in verità non lo è perchè è stato ripiantato da quello più antico.

Ancora non si paga l'entrata, così continuiamo a girare con le bici, dirigendoci nella parte nord della cittadella, dove vediamo diverse pagode. Riusciamo a farci "fregare" pagando l'entrata di 25$ a testa in un posto dove c'era l'unico controllo di un poliziotto che penso passasse di lì per caso. Una vera rosicata!

Continuiamo il giro, ritrovandoci in una parte del sito che stanno ristrutturando, dove ci sono tantissime donne al lavoro.

La pagoda che appare ai nostri occhi Abhayagiri è ricoperta dai ponteggi strutturati con le canne.

Terminiamo il giro nella parte di Jetawanarama, che credevo fosse la parte più bella, in quanto ero alla ricerca dei templi dove hanno girato il video "Save a Prayer" dei Duran Duran, ma non era questo il posto ed è stata una delusione. Il video è stato girato a Polonnaruwa e a Sigirya. Non vedo l'ora di vederlo domani!

 

Si torna alla guesthouse nel tardo pomeriggio, fermando verso le 18:00, quando già era buio a Pizza Hut, per comprare la pizza take-away per la cena. Ottima idea visto che il posto non offre niente!

Good night!

giovedì 3 gennaio - Polonnaruwa  

Alle 7:20 riusciamo a prendere il bus locale dalla stazione nuova, arrivandoci con un tuc tuc. Il viaggio è stato abbastanza tranquillo ed è durato 3 ore.

Siamo arrivati alle 10:00 e purtroppo il tempo non ci ha assistito... Pioggia durante il viaggio e al nostro arrivo. Un tuc tuc ci ha poi portati alla guesthouse prenotata con Agoda "Rock Cacade" un posto orribile, dove non c'erano ospiti e con delle stanze assurde piene di nuvole di zanzare, con serrature rotte delle porte. Dopo un pò di discussione siamo scappati. L'omino del tuc tuc ci ha portati da un'altra parte, al "Palm Garden guesthouse". Un posticino discreto, pubblicizzato dalla guida Routard, così c'erano solo francesi. Fortunatamente si era appena liberato un posto. Speriamo di avere il rimborso da Agoda dell'altro posto, visto che abbiamo pagato con anticipo.

Piove, piove e piove!!! Uffa! non possiamo prendere le bici, ma dobbiamo per forza andare a vedere il sito archeologico di Polonnaruwa con il tuc tuc, lo stesso che ci ha portato fin qui. Rajan il proprietario del tuc tuc si è rivelato poi un traffichino e imbroglione... a very cheat! ci ha imbastito di poter entrare al sito pagando meno del biglietto, che normalmente è di 25$, con il trasporto compreso, 5500LKR. Ci siamo fidati vista soprattutto la situazione tempo e tempi e siamo andati con lui.

All'inizio ci ha fatto credere di andare a fare i nostri biglietti, ma in realtà erano biglietti fantasma che intascherà lui dando qualche mancia a qualcuno.

Guarda caso saltiamo l'entrata principale, dove c'era il Museo del sito archeologico che non riusciremo più a vedere. Il tuc tuc ci lascia poco dopo l'entrata facendoci passare attraverso una recinzione di filo spinato rotta che circondava il sito archeologico lungo la strada.
Il passaggio segreto dei tuc tuc paraculi.

Cominciamo il giro con una leggera pioggerellina e in accordo con l'uomo tuc tuc ci rincontreremo alla fine della strada a circa 30mt.

Piccolo problema, non ci siamo capiti con i tempi, quindi l'abbiamo dovuto chiamare più volte durante la visita, anche perchè ha cominciato a diluviare. Il sito è bellissimo ed io ero alla ricerca del posto dove è stato girato il video dei Duran Duran.

Finalmente l'abbiamo trovato! Era il gruppo monastico dell'Alahana Pirivena, il Lankatilaka shrine, con il suo Buddha in posizione eretta circondato da pareti alte 17 mt.

Il tempo oggi è veramente pessimo, abbiamo girato sotta una pioggia battente soltanto con il k-way! Ho scattato tutte le foto che potevo, con la canon 550D e la piccola compatta Lumix TZ20, ma entrambe si sono bagnate.

Un altro gruppo monastico importante è il "Gal Vihara" che si trova a nord del sito; un gruppo di 4 statue scavate nella roccia, ciascuna ricavata da un'unica lastra di granito. Un Buddha eretto alto 7mt, un Buddha sdraiato di 14mt (entrambi si vedono sempre nel video "Save a Prayer") e altri seduti.

In questa parte del sito ci hanno chiesto i biglietti e in accordo con Rajan gli abbiamo detto che erano in macchina.... bugia... ma dimmi tu se dovevamo sentirci come se stavamo fregando loro e invece erano loro che fregavano noi!!??
La cosa non ci è piaciuta per niente.

Finito il giro siamo tornati alla guesthouse dove abbiamo cenato insieme agli altri. Per fortuna non dobbiamo uscire. Anche io questo posto non c'è niente di interessante da vedere la sera.

vedi più info

from Duran Duran "Save a Prayer" - 30 anni dopo il video


venerdì 4 gennaio - Sigirya e Dambulla  

La nottata non è stata delle migliori, l'umidità è altissima e dormire senza aria condizionata è stato un incubo e non vedevamo l'ora di alzarci!

Ha piovuto tutto la notte, ma per fortuna il tempaccio in mattinata si è un pò calmato.

Oggi si va a Sigiriya con il bus. Mr Amahal, il gestore della Guest house, che parla anche un pò di italiano perchè ha vissuto 4 anni a Napoli, ci ha accompagnati alla fermata, aiutandoci a fermare il bus al volo per farci salire. Mha! che cosa strana! Non si sarebbe fermato altrimenti?

In effetti siamo saliti proprio al volo, sul bus express n.48 perchè andava talmente veloce che faceva salire le persone al volo. Non ho mai visto nessuno guidare in quel modo!
Seduti in prima fila sembrava stessimo sul "bus più pazzo del mondo".
Il bus era diretto a Colombo, 50 minuti di terrore, imprecando l'autista di andare più piano e parlando con il vicino cercando di capire il perchè di questa corsa ridicola e pericolosa che mette a rischio tutti i giorni i passeggeri.

Questi sono matti! Anche se la matta sembravo io che ero l'unica ad agitarsi.

Curve cieche in accelerazione, sorpassando altri bus e tuc tuc, con il secondo aiuto nella figura di un ragazzo che faceva i biglietti a chi saliva, e dava le direttive se fare i sorpassi dando più gas possibile o no.

Ho pregato il Signore tutto il tempo, visto che avevo anche una sua grande immagine davanti (un poster affisso dietro la guida dell'autista).
Il signore accanto a me, ha detto che l'autista era cristiano, nel senso che eravamo nelle mani di Dio, ed io gli ho risposto che anche io lo ero ma non avevo nessuna intenzione di andare a trovarlo presto in Cielo! Ero terrorizzata!

Arrivati dopo 50 minuti, invece di 1:30 come un normale bus no-express, ho baciato terra, sentendomi sopravvissuta!

Per andare a Sigirya si scende a Inamaluwa per aspettare la coincidenza di un altro piccolo bus nella strada che incrocia. Abbiamo aspettato circa 25 minuti per prendere un bus tranquillissimo guidato da un anziano signore ... che pace! Per arrivare ci vogliono circa 30 minuti (10km). Dal punto dove ferma il bus ci sono ancora 2 km di strada sterrata rossa che noi abbiamo fatto a piedi.

Siamo entrati alle 11:00, pagando un biglietto di 30$, il più caro dei siti archeologici dello Sri Lanka. All'entrata c'è un museo che penso abbiamo ristrutturato da poco.

Prima di salire sulla vetta si passa lungo un bel percorso verdeggiante, dove ci sono dei giardini terrazzati. Ha piovigginato tutto il tempo, tranne sulla vetta, quindi è andata meglio di ieri. Ci sono tantissime scale che salgono vorticose sempre più in alto, ma non è assolutamente faticoso. Ci vogliono circa 2 orette per girare tutto.

Anche in questo posto ci sono stati i Duran Duran, ma le riprese sono state fatte aeree.

Il sito ci è piaciuto molto, ma al ritorno siamo scesi un pò velocemente per riuscire a vedere anche Dambulla, distante solo 20 km da Sigirya.

Abbiamo preso un autobus diretto proprio dalla strada principale del sito, che per poche rupie ci ha portato al centro di Dambulla.

Piove.... e ci sono rimaste pochissime rupie che conserviamo per le grotte di Dambulla, senza mangiare e senza prendere un tuc tuc per arrivarci. Banche chiuse e non possiamo cambiare soldi.

Ci facciamo quindi più di 2 km a piedi lungo una strada trafficata, sotto la pioggia, ma stavolta con l'ombrello.

L'entrata costa 1500 rupies (9€x2).

Non sapevamo che ci attendesse una bella e faticosa scalinata in salita. Il "Royal Rock temple" di Dambulla si trova a 100-150mt di altezza rispetto alla strada.

Ci sono 5 grotte, contenenti circa 150 effigi del Buddha. I dipinti risalgono al XIX sec. il posto è molto suggestivo ma il gran numero di persone che lo visita contemporaneamente non fa apprezzare così tanto l'atmosfera.

Scendiamo verso le 16:30 per riuscire a prendere il bus per tornare direttamente a Polonnaruwa, stavolta per fortuna il viaggio è stato tranquillo.

 

sabato 5 gennaio - Kandy, Botanical Garden  

 

 

Oggi si prosegue il viaggio con l'autista, Kelun, e staremo con lui per 3 giorni.

Partiamo alle 7:00 per Kandy, la città dove abita Kelun. Lungo la strada vediamo uno spice garden, dove ci fanno vedere una serie di piante locali con proprietà curative.

Io sto male con la pancia, così a tal proposito mi fanno bere una bevanda amarissima. Giorgio invece assaggia il cacao. Ci fanno anche una prova depilatoria, con una crema a base di aloa. Dopo 10 minuti parte dei peli della gamba di Gio non ci sono più ;D

Arriviamo a Kandy dopo le 12:00. lasciamo i bagagli alla Guesthouse al "Kandy View Hotel" e andiamo al "Botanical Garden".

Giriamo dalle 13:30 alle 15:30, il parco è molto bello. Vediamo una gran varietà di piante, dai bamboo giganti agli alberi secolari, e per ultimo la serra delle orchidee.

Giorgio ha una brutta ferita infettata dalla polvere sulla caviglia, fatta con uno stupido taglio con il pedale rotto della bicicletta 5 giorni fa. La mia pancia invece non sta benissimo... sopravvivremo.

Kelum ci è passato a riprendere portandoci a vedere il tempio del Sacro dente "Sri Dalada Maligawa". Il tempio brulicava di gente in preghiera, che sedeva in terra lungo dei corridoi. Abbiamo fatto un giro un pò veloce perchè non eravamo poi così interessati. L'entrata è costata 1000 Rs

All'uscita siamo andati direttamente a piedi, a vedere lo spettacolo delle più famose danze dello Sri Lanka. Lo spettacolo dura 1 ora, con inizio alle 17:30, ma per prendere i biglietti è preferibile andare almeno 1 ora prima, essendoci molti gruppi che prenotano in anticipo.

E' una cosa prettamente per turisti, ma vale la pena vederla dato che costa solo 500Rp e alla fine ci sono anche i mangiatori di fuoco e i camminatori sui carboni ardenti. I costumi non sono poi così eccezionali, non hanno niente a che vedere con quelli Indonesiani.

Il nostro autista stasera ci ha invitati a mangiare a casa della sua famiglia, insieme alla moglie giovanissima e alla mamma.

Siamo stati molto bene, in una casa semplice, ospitale mangiando un buonissimo cibo, giusto per la mia pancia :)

La ferita di Gio non mi piace per niente, ha la caviglia gonfia con il pus. Domani farmacia o dottore, anche in serata aveva 38° di febbre!

 

 

  continua ...  

CSS Valido!

Votaci su Net-Parade.it sito Guestbook

© 2008 SR production